Un po’ per gioco, la Fipav Lazio ha di recente lanciato la sfida: «Chi tira più forte tra Zaytsev e Cristiano Ronaldo?»

Ivan l’ha raccolta, rispondendo scherzosamente sul suo profilo di Facebook:

Allora, io ci sto. Ma secondo me Cristiano Ronaldo risponderebbe: “Zaytsev chi??”

Naturalmente siamo consapevoli che, dal punto di vista scientifico, la questione sia complessa. Risulta difficile confrontare un gesto atletico della pallavolo a uno del calcio, il muscolo di un braccio e quello di una gamba.

Eppure, senza prenderci troppo sul serio, anche noi ci siamo chiesti: quale dei due palloni viaggia più veloce? Quello scagliato dalla battuta dello Zar o quello calciato su punizione dal cinque volte pallone d’oro?

La risposta è: più o meno uguali. Entrambi toccano i 130 chilometri all’ora, come un’auto lanciata in corsa sull’autostrada.

Il servizio più potente di Ivan Zaytsev è stato registrato in partita meno di un mese fa, durante l’ultima edizione della Nations League. Contro la Serbia l’opposto ha messo a segno un ace a 134 km/h.

Per quanto riguarda Cristiano Ronaldo, alcuni anni fa venne messo di fronte a un team di ricercatori che analizzarono le sue prestazioni, sottoponendolo a diverse prove. In una il portoghese fu fatto calciare il pallone attraverso una serie di pannelli di vetro; la velocità registrata fu di 80 miglia orarie, ovvero 130 km/h.

Insomma, se mai si tenesse davvero una sfida di potenza tra i due fenomeni, sarebbe difficile pronosticare il vincitore.

Per la cronaca, nel calcio c’è chi ha fatto anche meglio di Cristiano. Nel campionato italiano sono stati registrati tiri (in movimento) più veloci: l’interista Adriano colpì la traversa contro il Palermo a oltre 140 km/h mentre Carlos Tevez segnò un goal contro il Genoa a circa 160.

Zaytsev Ronaldo